Le future tendenze di sviluppo per il mondo delle tecnologie cloud

Author:  Redazione

L’innovazione nella tecnologia digitale si muove rapidamente ed è necessario rimanere al passo con le nuove tendenze per essere più competitivi nel proprio settore.

Questo è vero soprattutto se si pensa al cloud computing, un paradigma di servizi in veloce sviluppo che mai come nell’ultimo anno è stato protagonista dell’evoluzione del cambiamento tecnologico.

Entro la fine del 2021 gli esperti prevedono infatti che il 94% dell’elaborazione del workload di Internet dipenderà quasi esclusivamente dal cloud e che, quindi, saranno molte le aziende portate a migrare la maggior parte – se non tutte –  le operazioni quotidiane di front-end e back-end su cloud.

Quali saranno i principali sviluppi tecnologici del cloud computing, attesi per il prossimo futuro?

L’integrazione di Machine Learning e AI

Per quanto riguarda il cloud, l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico sono fattori chiave. Le piattaforme basate sul cloud-as-a-service consentono agli utenti, con qualsiasi livello di competenza, di accedere a molte funzioni di Machine Learning, come strumenti di riconoscimento delle immagini e elaborazione del linguaggio. Il cloud continuerà a consentire a questi set di strumenti rivoluzionari di essere distribuiti più ampiamente da aziende di tutte le dimensioni e in tutti i settori, portando così a una maggiore produttività ed efficienza.

L’affermarsi del cloud distribuito

Per cloud distribuito si intende la possibilità di distribuire servizi di cloud pubblico al di fuori dei data center dei provider che, però, mantengono la responsabilità dell’efficacia del servizio globale erogato in termini di sicurezza, governance e aggiornamenti tecnologici. Questa modalità consente alle aziende di operare su cloud rispettando le loro esigenze di budget e spazio, ma senza sacrificare le funzionalità che desiderano. Sicuramente una soluzione ottimale per le aziende più piccole che possiedono meno risorse.

Il dominio del cloud per l’intrattenimento

I servizi di streaming audio e video più popolari di oggi utilizzano tutti il ​​cloud per potenziare le loro piattaforme. Questa tendenza continuerà a proliferare nel 2021, con il potere del cloud che consentirà alle aziende di ospitare un catalogo di prodotti audiovisivi scalabile all’interno di un ampio spazio di archiviazione. Il cloud permetterà ai consumatori di godersi l’intrattenimento senza buffering eccessivo e in alta definizione, e questo vale anche per il cloud gaming.

Maggiore collaborazione grazie al multicloud

I principali provider di servizi cloud – come AWS, Microsoft Azure e Google Cloud – promuovono le loro piattaforme come sportelli unici. Tuttavia, l’industria si rivolge sempre più ad ambienti ibridi o multicloud, ciò significa che ci sono crescenti richieste da parte dei grandi provider di creare ponti tra le loro piattaforme. L’adozione di un approccio più collaborativo non è vantaggioso solo per i clienti, ma anche per i principali provider, che necessitano di condividere dati e accesso con i partner nella loro supply chain.

Il lavoro diventerà sempre più virtuale

Si affermeranno, come postazione di lavoro privilegiata, i desktop virtuali, macchine virtualizzate accessibili da remoto con qualsiasi browser. In questo modo, sarà possibile avere accesso a tutti i propri dati e applicazioni da qualsiasi luogo e per poter lavorare basterà una semplice connessione internet. In questo modo aumenterà l’efficienza produttiva, grazie a una tecnologia aggiornata e sincronizzata, e, inoltre, ci saranno vantaggi a livello di sicurezza, in quanto tutti i dispositivi possono essere gestiti in modo centralizzato.

Vuoi avere maggiori informazioni sui servizi di cloud computing offerti da ThinkOpen?

Scopri qui le nostre soluzioni cloud.

Fonti:

Forbes

Contattaci per scoprire tutte le news e i servizi di ThinkOpen

*I dati raccolti verranno trattati secondo la nostra informativa